martedì 26 giugno 2012

La postura giusta per essere belle

Come si allenavano le migliori bambine per diventare signore nei vecchi film? Camminavano con un libro in testa. Che questa fosse una tortura o una stupidaggine ogni volta che penso alla giusta postura mi immagino la scena di Magia d'Estate (se ve lo siete perso andate a cercarlo) dove Nancy e Julia aiutano la figlia del curatore della casa, ovviamente cantando, a prepararsi per il ballo e essere più "Femininity".
Non c'è niente di peggio che una brutta postura che ha il potere di far apparire più basse, più grasse oltre che stanche e demotivate.


Pancia in dentro, petto in fuori. Non ve lo diceva anche la nonna? Vi spingeva una mano in mezzo alle scapole facendovi trattenere il fiato e dopo mezzo minuto eravate di nuovo accasciate come una bambola di pezza. Perché si fa presto a dire: "Stai dritta!!" senza dire come. Dopo anni di ingobbimento, banchi di scuola su cui ci siamo attorcigliate, tappetini del mouse che abbiamo consumato, bambini che sono stati aggrappati al nostro fianco, come si fa a stare dritte? La posizione più comoda, quella che scarica la schiena che tanto ci fa male sembra la più arrotondata possibile.

Bookoisseur

La giusta postura si acquisisce con il tempo e la pratica fino a che a un certo punto vi entra dentro e per rilassarvi drizzate la schiena nemmeno vi stessero tendendo con un filo dalla testa. Sono sicura che ci sono altri modi per acquisirla, ma io ce l'ho fatta solo con lo yoga (che ormai insieme al tè considero la cura a tutti i mali). Ho provato con la palestra, la fisioterapia, l'osteopata e la ginnastica vertebrale, e l'unica cosa che ha davvero migliorato la mia schiena è stata lo yoga, probabilmente anche perché mi ha conquistato l'intera pratica. Per chi non ne fosse pratico fare yoga non significa imparare posizioni complicate, significa respirare (sul serio e sempre e solo con il naso) e rilassare tutti i muscoli che non servono per mantenere la posizione. Per esempio sono seduta a gambe incrociate e con la schiena dritta, beh potrei smetterla di serrare i denti, di sicuro non mi servono a star dritta, in teoria dovrei usare solo gli addominali bassi ma se non riesco a rilassare le gambe almeno potrei provarci con le braccia.



Certo lo yoga è anche molto altro, ma queste sono le prime cose che ho imparato e che hanno cambiato la percezione del mio corpo e la cura che ne ho.
Questo piccolo excursus per potervi spiegare meglio come ho imparato e sono riuscita a mantenere una buona postura grazie allo yoga e tenete conto che io soffro di iper lordosi leggera quindi è anche più difficile.
Stare dritti con la schiena significa scaricarla del suo peso e trasmetterlo alle gambe, significa contrarre leggermente i bassi addominali e aprire il torace. Cosa significa aprire il torace? La prima volta che mi hanno detto di farlo ho tirato indietro le spalle, mi avevano sempre detto che stavo con le spalle gobbe quindi credevo che il problema fossero loro, troppo rigide per andare indietro. La fisioterapista invece mi ha messo una mano sotto lo sterno e mi ha tirato su, io ho inspirato e mi sono guardata intorno estremamente stupita. In seguito ho imparato farlo a yoga con l'esercizio che troverete qui di seguito. Un'altra precisazione prima che leggiate l'esercizio è doverosa per spiegare il concetto di mento verso la gola. Esso infatti serve per stirare la cervicale ed è la posizione di riposo del collo. Non si tratta di piegare la testa in avanti portando il mento giù ma mantenendo il collo eretto fare il contrario di quello che fanno le tartarughe, quindi arretrare con il mento di modo che si veda il doppio mento.

Meditation temptation

Meditation temptation

Scusatemi se non riesco a trovare l'esercizio preciso e dovrete accontentarvi della mia descrizione:

  • sedetevi su una sedia dell'altezza giusta di modo da poter poggiare entrambe le piante dei piedi a terra.
  • poggiate le mani sulle cosce e rilassate le spalle (se ci riuscite)
  • non appoggiatevi allo schienale e cercate di mantenere la schiena dritta senza contrarvi troppo, gli unici muscoli che servono per farlo sono gli addominali bassi.
  • inspirate ed espirando spingete il mento sulla gola come vi ho spiegato, automaticamente si dovrebbe aprire e sollevare il torace.
  • a questo punto, proseguendo a inspirare ed espirare dal naso, rilassate la mandibola e se ci riuscite tutto quello che non vi serve per mantenere la posizione.


Questo esercizio fa parte della rivista per i soci del mio centro yoga, la TAT Associazione Yoga posto a cui ormai sono rimasta molto affezionata nonostante ci sia rimasta bloccata durante l'alluvione con la mia insegnante preferita che cura appunto la rivistina. Ma d'estate i centri chiudono purtroppo, quindi sono rimasta piacevolmente sorpresa della notizia di un corso estivo nella spiaggia di Vernazzola, organizzato dall'associazione Mezzaluna gratuitamente (servono 20 euro per iscriversi per l'assicurazione). Il primo incontro è stato rimandato per il vento ed il secondo è stato martedì 19 giugno alle 19.30 e io spero di uscire abbastanza presto dal lavoro per continuare ad andarci. Se qualche genovese è interessata può trovare le informazioni sul sito, le lezioni saranno tutti i martedì di giugno alle 19:30 e di luglio alle 19:45, più alcune a settembre.©

http://www.explodeyourworkout.com

Spiaggia di Vernazzola con la mareggiata, Instagram

16 commenti:

  1. Grazie per i consigli, la lordosi io me la porto dietro da lungo tempo.. L'unica cosa che l'ha migliorata un po' fin'ora è stata diventare un po' meno timida e smettere di guardare per terra mentre cammino.. :P

    Una domanda sull'esercizio: espirando ed inspirando il ento lo devo muovere o una volta presa quella posizione là deve rimanere? Non ho capito :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No deve rimanere fermo là, il difficile è restare immobili e il più possibile dritte senza contrarsi. In ogni caso basta starci 10 minuti (io lo faccio sul bus) e respirare lentamente cercando di riempire tutti i polmoni. E non sforzarsi troppo.

      Elimina
    2. Chiara, pensavo di essere l'unica ad aver avuto l'abitudine di guardare sempre per terra! Ho smesso quando alle medie una mi ha chiesto in modo allusivo se avevo perso qualcosa :P Ma ho ancora grossi problemi di postura, spero che il pilates mi aiuti a risolverli...

      Elimina
  2. Brava Anna, ottimi consigli! Io invece ho trovato benessere dal nuoto, da piccola tendevo ad avere le spalle curve e da quando ho imparato a nuotare (passati i 20 anni) la mia siutuazione è decisamente migliorata ... avere la postura corretta è senzadubbio il punto di partenza per sentirsi bene dentro e fuori! (negli ultimi mesi mi sono impigrita ed ogni tanto soffro di mal di schiena blandi ..meglio che riprensa la mia attività!) bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo nuotare, ma molto non avevo risolto e da quando ho iniziato a lavorare non riesco più =(

      Elimina
  3. Concordo sui benefici dello yoga, io ho avuto la fortuna di impararlo molto presto, a 12 anni (grazie papà) ed in effetti non ho mai sofferto di mal di schiena e di tutti quei piccoli acciacchi femminili (scarsa circolazione periferica, pigrizia intestinale etc.) Una volta che hai interiorizzato le posizioni che ti fanno stare bene ti viene naturale ed è ottimo in tutti i momenti di stress. Su quanto incida la postura sul sembrare più o meno magre poi, hai proprio ragione, io l'ho capito quando ho ricominciato a guardarmi allo specchio veramente ... Saluti

    RispondiElimina
  4. il mio primo maestro di Yoga mi disse, se qualcuno ti dice che chi ha male alle schiena non può fare Yoga non sa nemmeno di cosa sta parlando.
    ... A me hanno aiutato Yoga e danza orientale, la seconda lavora più su femminilità ed autostima e come diceva Chiara servono anche quelle per andare in giro a testa alta... se la testa è china il resto non segue...

    RispondiElimina
  5. Come mi sarebbe piaciuto andare ad un corso di Yoga.. ma nessuna scuola mi piaceva e aveva gli orari a me più idonei.
    Ma sò che ci sono molti tipi di Yoga... un giorno mi spiegherai le differenze cosi da capirci di più.
    Grazie... difficile da capire l'esercizio... hihhihiiii anche se ho le tartarughe e quindi ho provato pensando a loro

    RispondiElimina
  6. mia nonna diceva , quando ripetutamente ci sgridava su come eravamo sedute o su come camminavamo che x muoversi come principesse dovevamo guardare un punto più im alto della nostra visuale,cioè non guardare negli occhi i passanti ma il suo cappello così saremmo state costrette a una postura da "signorine"...x me penso abbia funzionato :)

    RispondiElimina
  7. Anche a me lo Yoga ha aiutato veramente moltissimo!

    Quest'anno però non ho potuto seguire il mio corso e quindi ho praticato da autodidatta...è interessante! Anche se seguo ovviamente tutte le istruzioni della mia insegnante, però è un momento tutto per me in cui mettermi alla prova!

    Adesso che siamo nella bella stagione adoro farlo all'aperto...anche solo in balcone! Ma quando mi capita vado con un'amica in un parco e insieme facciamo qualche asana :)
    Se non l'hai mai fatto, è una cosa che ti consiglio di provare ;)

    Buona giornata,
    Francesca

    RispondiElimina
  8. Ciao! è un po' che volevo scriverti.. questo post è per me eccezionale! è un po' ormai che faccio taici ma ci vogliono anni per migliorare! pensavo di camminare nel modo giusto.. ma mi sbagliavo! grazie grazie grazi
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello tauci, anche a me piacerebbe tanto farlo e probabilmente sarebbe un ottimo completamento allo yoga!

      Elimina
    2. ho provato lo yoga.. ma mi addormentavo sempre XDDD con questo mi rilasso ma non mi addormento! penso che queste discipline siano importanti per trovare una tranquillità interiore.. (io sono sempre agitata) e una volta trovata si sta meglio e si è più belle ;-)
      Vale

      Elimina
  9. aiuto io ho mia figlia di 13 anni non ancora sviluppata che ha una brutta postura e una brutta rotoscoliosi lei fa hi pop che adora pero non vedo miglioramenti, come facio a fagli amare lo yoga.trovo che sia bellissimo!
    ciao e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Costringerla ad amare lo Yoga non è possibile, certo se lo facessi già tu e lo facessi in casa potrebbe incuriosirsi, ma a 13 anni non sono molto impressionabili. Perchè non le hai fare anche nuoto oltre a hip hop? quello aiuta molto per la postura.

      Elimina
  10. Cara Anna,
    amo il tuo blog. Mi rilassa così tanto! E' così gradevole e così amico della vera femminilità, della vera bellezza!
    Un abbraccio affettuoso,
    Angela.

    RispondiElimina

Niente spammer. Solitamente visito sempre i vostri blog quando commentate, ma non ;seguo a vicenda nessuno, quindi evitate di lasciare commenti pubblicitari con LINK del vostro BLOG, ULTIMO POST, della PAGINA FACEBOOK o simili.