Feminine Bravery: Una Donna a Pera che sa come vestrirsi

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 294
  • Commenti
  • Stampa
294
Ve l'avevo promessa ma trovarla è stato tutt'altro che facile, per fortuna mi è venuta in soccorso Anika che nella sua lista di blog favoriti aveva la Donna a Pera che ho scelto. Premetto innanzitutto che era necessario non solo trovare una blogger con forma a pera, cosa di per se difficile perchè le fashion blogger si possono sommariamente dividere in molto magre e curvy, ma anche una che sapesse valorizzare al meglio la sua forma. Mi era stata suggerita anche Vickie di Adventures in Fashion, che ha una forma abbastanza a pera (con un po' più di seno della pera classica), ma che utilizza un abbigliamento molto spesso non in linea con i consigli che vi ho dato per la donna a Pera. Il suo blog è molto bello e vi invito a trarne pure qualche ispirazione, perchè è anche importante, una volta capito quali sono i capi che donano, non fissarsi solo su quelli. In ogni caso il suo blog non faceva al caso mio quanto quello che ho scelto.



Charlie è la mia Donna a Pera che sa come vestirsi, nel suo blog Feminine Bravery (ora diventato Afternoon Apparel) potrete trovare tanti spunti se voi come me avete questa forma del corpo. E' importante notare subito che Charlie, per sua fortuna e purtroppo per lei, è una donna a pera magra e per questo motivo ha più libertà nella scelta dei capi, ma li analizzeremo uno per uno. non dibitate in ogni caso che sia una pera, in certe immagini si vede nettamente il profilo della coscia tipo della donna a pera e in ogni caso le ho scritto per avere conferma che si riconoscesse con questa forma.

I vestiti che Charlie preferisce sono svasati o ruota e tendenzialmente a vita alta, modello che le dona di più. Il mio preferito è ovviamente quello fucsia, ma la foto più bella è quella in cui indossa il giubbotto di pelle nera sull'abito beige aumentando così le proporzioni del torace.








I due abiti delle foto seguenti non sono prettamente indicati per la donna a pera, ma a lei donano perchè la sua forma non è molto sproporzionata. Le spalle in entrambi i casi ne risentono un po' e sembrano più piccole.



Ecco a voi le gonne, indumento principale del guardaroba di una donna a pera. La cosa che amo nelle gonne scelte da Charlie sono i colori, perchè per quanto ogni donna a pera dovrebbe scegliere toni scuri dalla vita in già, questa "regola" decade se si tratta di gonne di modelli che le calzano a pennello. La mia preferita è sicuramente quella a strisce beige rosa corallo e nera di zara, tra l'altro stavo per comprarla, quando la mia amica L. mi ha preceduta e per una volta ho deciso di evitare l'acquisto identico visto che capita spesso (siamo molto diverse fisicamente per fortuna!).













La gonna corta e dritta non è completamente da scartare per chi è a pera, soprattutto se portata con calze scure e leggermente svasata. Ovviamente non dona come quelle a ruota, e se il modello segna troppo la coscia.


La gonna a matita è sicuramente da scartare quando si è a pera, fascia i fianchi esaltando la sproporzione con il busto, ma questa indossata da Charlie non è una gonna a matita qualunque, è una gonna magica. Si tratta infatti di un effetto ottico, che poi approfondiremo, molto usato ultimamente. Le due bande laterali fanno sembrare il profilo dei fianchi più piccolo, e inoltre la blusa chiara e voluminosa ridistribuisce le proporzioni. Ovviamente anche la gonna magica a matita dona molto a lei perchè è una pera magra e alta. In ogni caso se volete provare un modello analogo fatelo sempre con i tacchi.


Jeans a zampa e pantaloni a palazzo armonizzano la figura e fanno apparire i fianchi più piccoli come potete notare.



Charlie però preferisce il modello capri e aderente in fondo, il che da un aspetto molto sinuoso alla figura ma va controbilanciato da tacchi e più volume sulle spalle (perfette le giacche con le spalline imbottite). Ovviamente però per portare questo modello di pantaloni sono necessari polpacci e caviglia sottile (che spesso le donne a pera non hanno), oltre a una certa altezza e una sproporzione fianchi-caviglie non troppo evidente(effetto ottico imbuto che spero vedrete presto). Quindi sappiate che sono capi rischiosi.




Consigliato invece mettere in mostra il lato B. Le donne a pera, anche se molte non ne sono consapevoli hanno un bel culo, o almeno del potenziale in esso. Ora "va di moda" il sedere microscopico e spesso piatto, rende più agevole trovare vestiti etc, quindi ci si può ritrovare a detestare il proprio lato B rotondo e in fuori, ma non si dovrebbe. I problemi delle donne a pera di solito sono su cosce e culotte de cheval che così rovinano la perfetta rotondità del posteriore. Un jeans che modella e contiene dove deve può migliorare notevolmente l'effetto. Evitate vi prego quindi di nasconderlo sotto lunghe magliette.


Trench e cappotti avvitati con spalline imbottite e talvolta anche arricciate, doppiopetto per enfatizzare il torace, sciarpe e colletti ampi per allargare le spalle.




La mantella è vero ve l'avevo sconsigliata e resto dello stesso parere, ma volevo farvi notare che nonostante si noti dalla foto che terminando sui fianchi li fa sembrare più larghi, Charlie ha scelto un colore molto acceso, per ingrandire la parte superiore, e un modello doppiopetto con spalline imbottite per bilanciare il tutto. Quindi se proprio volete una mantella sapete quale scegliere per ridistribuire le proporzioni.

0
blog comments powered by Disqus