Come Vestire la Donna a Cerchio o Donna a Mela

  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 1566
  • Commenti
  • Stampa
1566
(Tutto il materiale qui contenuto è proprietà intellettuale dell'autrice del blog, testo ed immagini dove non diversamente citato)


Dulcis in fundo, eccoci arrivate all'ultima delle 5 forme di donne. La donna a cerchio. Mi scuso con tutte le appartenenti alla categoria per averla lasciata per ultima, non è stato per incuranza ma per maggior difficoltà nel vestire questo tipo di forma. Per questo motivo volevo fare tutte le ricerche e prove pratiche di modo da essere sicura di ciò che consiglio. Devo ringraziare moltissimo L. che si è prestata a farmi da "modella" e si è dovuta sorbire ben 2 incursioni da zara durante le quali le facevo provare capi dicendo: "Vediamo quanto male ti sta questo, così lo sconsiglio alle lettrici!" E ha pazientemente sopportato, pur essendo sotto studio matto e disperatissimo, anche quando le ho dato da provare una mini di jeans a balze e con delle greche disegnate a punto croce. Lì poverina ha preteso di essere citata e ringraziata: dite tutti con me "Grazie L.!!"
Le altre 3 mie amiche/modelle non hanno dovuto subire tutto questo, perchè ne venivano da anni di shopping insieme e non è stato necessario molestarle così tanto, perciò questo ringraziamento speciale era doveroso!

Ma ora descriviamo dettagliatamente questa categoria così anche voi capirete perché per me è stato difficile, la donna a cerchio è complicata anche da descrivere. Essa ha spalle e bacino della stessa misura ma una quasi totale assenza di punto vita, per contro invece ha delle gambe molto magre e slanciate. Non accumula mai grasso in questa parte del corpo,ma tutto nel giro vita, da sotto il seno alle anche, e solo successivamente sul sedere. Anche quando è magra le ossa del bacino sono comunque larghe e quindi se ha poco seno è assimilabile più a una tavola che a un cerchio. Quando invece prende peso è associata alla forma della mela perché il peso ingrandisce il punto vita già marcato. Sarà necessario quindi dividere la donna a cerchio in due sotto categorie, e in base a queste categorie l'abbigliamento giusto varia. La donna a cerchio con seno sotto la seconda e la donna a cerchio prosperosa. Entrambe le categorie inoltre variano a seconda che la donna sia molto magra (tavola), o che abbia accumulato peso (mela). In tutti i casi possibili però la donna a cerchio mantiene le sue gambe magre, quindi questo sarà un punto focale da enfatizzare per tutti gli abbigliamenti. Nel caso in cui la donna sia una tavola e con poco seno potrà prendere grande ispirazione dalla donna a rettangolo. Nei casi in cui avrà un seno prosperoso invece potrà prendere solo parziale ispirazione dalla donna a triangolo invertito in quanto non possedendo il piccolo bacino di quest'ultima avrà proporzioni diverse. È evidente che la divisione in sottogruppi in base al seno è significativa in quanto i vestiti le cadranno in maniera molto diversa nei due casi. Visto però che non mi piace fare distinzioni di peso tratterò solo la donna a mela (prosperosa e non) quando è nella sua vera forma, con un po’ di peso accumulato nel punto vita. Come non ho trattato il caso della donna a clessidra con le forme svuotate dalla dieta, né la donna a pera palestra addicted, mi concentrerò sulla donna a mela quando la sua forma le crea più difficoltà con i vestiti. Confido che le donne a mela magre avranno di che ispirarsi a rettangolo e triangolo invertito, non escludo comunque in futuro di approfondire l'argomento.


Descritte in dettaglio le due tipologie di donna a mela, passiamo a vedere quali punti enfatizzare e quali no. Entrambe le categorie dovranno puntare sulle gambe, il che non significa scoprirle completamente, ma mostrarle con gonne e vestiti a metà coscia, scarpe con il tacco particolari e calze a trama. Tutto quello che possa attirare l'attenzione in questa zona va bene. Ci sono però alcune difficoltà con i pantaloni, all'opposto della donna a pera, la donna a mela troverà pantaloni giusti di coscia che non riesce a chiudere. Avendo il bacino, ma non i fianchi, abbastanza largo poi, è necessario valutare bene se i pantaloni stretti in fondo siano da consigliare per evitare l'effetto triangolo che amplifica il bacino.



Ecco nello specifico quali sono i modelli più indicati per la donna a mela.



Outwear: cappotti corti che non superino i fianchi, dritti e scampanati. Evitare il doppio petto se il seno è molto abbondante e preferire in ogni caso modelli con cuciture verticali. Sempre se avete il seno prosperoso meglio i modelli con scollo a v e senza colli troppo abbondanti o lavorati, preferite toni scuri o neutri soprattutto. Evitate cappotti che scendano oltre metà coscia o vi nasconderanno le gambe. Meglio evitare le cinture in vita che infagotterebbero la figura. Mantelle sì, ma solo se lunghe fino ai fianchi e di un tessuto pesante che non rimanga troppo svasato.


Vestiti: per entrambe le sotto categorie di donne a mela sono azzeccati i vestiti corti, la lunghezza ideale è a metà coscia. Se il seno è prosperoso sono consigliati tutti gli abiti a impero, possibilmente un po' svasati, o avvitati ma con un punto vita alto. Se si ha poco seno vanno bene gli abiti a tunica o a trapezio,ma meglio se non molto aderenti né eccessivamente svasati e di tessuto non troppo morbido e svolazzante.
Ovviamente chi ha poco seno starà bene anche indossando abiti a impero, ma chi ha molto seno meglio che eviti quelli a tunica a meno di non adattarli bene con una cintura sotto il seno.
Entrambe le categorie devono evitare fantasie importanti, righe orizzontali e ruches o applicazioni che diano volume. Evitate anche i vestiti troppo stretti in vita e quelli con gonna molto ampia a ruota.



Gonne: ottimo alleato per la donna a mela, permettono di mostrare le gambe slanciate concentrando l’attenzione in questa zona. L’unico problema è scegliere però il modello che accompagni bene la forma. Attenzione alle lunghezze: quelle a metà coscia (più corte però potrebbe ingrandire il bacino) saranno le più indicate, al ginocchio saranno cmq concesse, ma più lunghe potrebbero appesantire la figura facendola sembrare più un monolite. Una donna a mela, si troverà più a suo agio con una gonna a vita bassa, una gonna sopra l’ombelico invece le creerà problemi di taglia, in quanto sarà stretta in vita e larga sui fianchi. I modelli più indicati sono quelli dritti o leggermente svasati, scartate balze e tutto ciò che fa volume a livello del bacino, mentre una gonna a palloncino non molto ampia vi donerà. Una gonna svasata o a ruota farà apparire le vostre gambe eccessivamente magre e ingrandirà il resto del corpo.


Shorts: gli shorts sono caldamente consigliati alle donne a mela. E' necessario scegliere modelli non troppo corti, di modo da mostrare le gambe ma non allargare il bacino. Perfetti quelli con risvolto e quelli a vita medio/alta se trovate la taglia che non vi fa difetto in vita. 


Pantaloni: come già ricordato, le difficoltà che la donna a mela incontra con i pantaloni sono che quando riesce a chiuderli in vita le saranno grandi sulle coscie e viceversa. Per questo è consigliabile scegliere pantaloni e jeans dritti, né stretti in fondo, né eccessivamente svasati. Vanno bene anche quelli a zampa, ma solo leggermente. Essendo costretta a comprare per esempio una taglia 44 nonostante le gambe siano magre, se sceglierà un taglio molto svasato esse vagheranno ancor di più dentro al pantalone. Attente anche ai modelli troppo stretti in fondo e aderenti. Andrebbero bene per le gambe magre e slanciate, ma visto che il bacino della donna a mela non è piccolo, un pantalone dal fondo molto stretto andrà ad allargarlo ulteriormente, quindi indossateli solo con top che arrivino oltre il bacino. Da scartare i pantaloni da cavallerizza o quelli a taglio maschile con pences in vita e più stretti in fondo, allargherebbero il bacino.


Camicie: si potrebbe pensare che la donna a mela abbia le stesse difficoltà della donna a clessidra e della donna a triangolo invertito con le camicie, soprattutto se ha tanto seno. In realtà ciò non è vero. Il fatto che il busto sia proporzionato alla dimensione del seno fa si che lei trovi camicie di taglie adatte a lei, certo dovrà evitare i modelli tropo voluminosi, le ruches e le fantasie troppo sgargianti. Se ha molto seno dovrà preferire camicie che non siano svasate, e in ogni caso modelli a v e con trame verticali.



Magliette: Il questo caso i modelli da preferire differiscono notevolmente a seconda che abbia tanto o poco seno. Per chi ha tanto seno è meglio preferire tutti i modeli a impero o che accompagnino il seno e poi cadano leggermente svasati. Mentre chi ha poco seno ha una scelta più ampia ma eviti in ogni caso i modelli con elastico in fondo, grosse applicazioni o fantasie orizzonali. In entrambi i casi lo scollo a v assottiglia la figura ma evitate che sia troppo profondo per non ampliare le spalle. Se decidete di adattare una maglietta larga al vostro fisico con una cintura posizionatela sottile e sotto il seno, ma fatelo solo se avete un decoltè prosperoso.




Maglioni: anche in questo caso i modelli differiscono a seconda delle dimensioni del decoltè, ma non in base alla lunghezza. La donna a mela infatti non deve scartare a priori i modelli che arrivano fin su i fianchi, l’importante è che siano svasati, e non infagottino, per esempio un cardigan lungo abbottonato solo sotto il seno; questi maglioni infatti evidenziano le gambe magre. Da scartare ovviamente maglioni con il punto grosso e applicazioni in entrambi i casi. I maglioni larghi e dritti vanno bene solo se accompagnano il fisico e non sono quindi stretti in fondo, meglio ancora se aperti e legati sotto il seno con una cintura o un bottone. Ovviamente chi ha molto seno è meglio che scelga quest'ultimo tipo, ma non deve disdegnare completamente gli altri modelli, purché non siano molto larghi.


Collant e leggings:  detto da me non ve lo aspettate, ma la donna a mela può indossare i leggings, non le doneranno quanto a una donna con il bacino molto stretto, ma l’assenza di difetti sui fianchi e la gamba affusolata verranno esaltate dai leggings colorati. Certo è preferibile indossarli con un capo che copra i fianchi, magari scuro per minimizzare l’effetto allargamento del bacino che i leggings creano. Le calze colorate e a trame fantasiose anche vanno bene, concrentrano l’attenzione sul vostro punto di forza.


Scarpe: se le vostre gambe sono molto lunghe e molto magre evitate le scarpe con tacco molto alto e sottile, per non esasperare l'effetto. Evitate anche le scarpe molto grosse se indossate pantaloni stretti in fondo e quelle con il cinturino alla caviglia molto largo. Per il resto ogni scarpa è concessa.


Visto che questa forma del corpo è molto particolare è ancora più importante trovare un modello di riferimento a cui ispirarsi. Io seguo già da un po' una blogger americana molto bella, con il blog Lulu Letty curato e quasi poetico per le foto stupende. Questa ragazza, Maria, è una Donna a Mela da cui potete prendere spunto. Oltre a questo blog potete trovarla anche nel blog Delightful Dozen.


0
blog comments powered by Disqus